Premio Letterario
Internazionale Ceppo Pistoia

22 Marzo 2016

Simone Lenzi con “Mali minori” (Laterza, 2015) vince il 60° Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia.

La giuria dei 21 giovani lettori ha così scelto con il libro di Simone Lenzi, “Mali minori, a chi assegnare il riconoscimento finale tra i tre finalisti, gli altri due erano Valeria Parrella con “Troppa importanza all’amore” (Einaudi, 2015) e Francesco Recami con “Piccola enciclopedia delle ossessioni” (Sellerio, 2015).

I tre scrittori hanno vinto ciascuno 1000 euro (Premio Selezione Ceppo), offerti da Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e da Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia. Il vincitore del Premio Ceppo ha avuto un supplemento di 1500 euro offerto dalla Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia.

Javier Cercas con “L’impostore” (Guanda, 2015) ha vinto invece il Premio Ceppo Internazionale Straordinario per la Narrativa non fiction, offerto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.

La cerimonia di premiazione si è aperta col saluto di Samuele Bertinelli, Sindaco di Pistoia, che ha sottolineato quanto «il Premio Ceppo sia non soltanto un importante riconoscimento assegnato al lavoro silenzioso degli scrittori ma anche una conferma della vocazione al dibattito culturale e all’accrescimento umano che ha sempre contraddistinto la città di Pistoia, con un’attenzione particolare ai giovani che grazie al laboratorio di lettura e recensioni animate si avvicinano alla letteratura col giusto spirito».

Giuliano Livi, Presidente dell’Accademia del Ceppo, è intervenuto rivolgendosi direttamente alla giuria dei 21 giovani lettori rinnovando l’invito al piacere della lettura come essenziale ingrediente per una vita felice.

Paolo Fabrizio Iacuzzi, direttore artistico del Premio, ha spiegato «il ruolo di ricerca e indagine sulla produzione narrativa contemporanea italiana e internazionale svolto dal Premio Ceppo, che quest’anno ha intercettato i migliori scrittori di racconti che abbiamo in Italia: libri che sono altrettanti affreschi dell’Italia contemporanea: Livorno, Napoli e Firenze, tre città dal tragicomico, esuberante e caustico veleno. I mali minori dell’infanzia che sembrano lievi eppure ci limano sottilmente per sempre, i sentimenti dell’amore e non solo che si affacciano alla coscienza e ci scorticano, i tic e le piccole nevrosi che sembrano senza importanza ma ci rodono la mente: ecco il rovescio del romanzo, l’altro versante di verità a torto considerate secondarie che tuttavia pesano come macigni, nell’improbabile necessità di risalire la china dell’esistenza”.

Il pomeriggio ha avuto come protagonista JAVIER CERCAS, intervistato dal giornalista e membro della Giuria Fulvio Paloscia, con anche la lettura di brani scelti dal romanzo “L’impostore” interpretati dall’intensa lettura che Viviana Nicodemo ha fatto. Ha letto la motivazione Benedetta Centovalli, critico letterario ed editor. Sono subito seguite le interviste fatte ai tre scrittori Premi Selezione Ceppo, con la lettura delle motivazioni dei giurati Alberto Bertoni, Milo De Angelis e Fulvio Paloscia. Infine l’attenzione si è trasferita alla Giuria dei 21 Giovani Lettori che hanno votato in diretta il migliore tra i tre libri.

Giunge a conclusione il 60° Premio Letterario del Ceppo dopo un mese di incontri e dibattiti nell’ambito del progetto culturale del Tempo del Ceppo che ha portato a Pistoia le migliori voci della scena letteraria attuale: il poeta russo SERGEJ ZAVJALOV che ha concluso la Festa della Toscana e ha aperto la 60 edizione il 25 febbraio; Paolo Fabrizio Iacuzzi che col suo racconto in versi del Fregio del Ceppo, PIETRA DELLA PAZZIA, ha inaugurato la settimana del Premio Ceppo alla Galleria d’arte Vannucci alla presenza di Luca Caccioni, la cui opera è stata il manifesto del Ceppo 2016; la scrittrice SILVANA DE MARi, vincitrice del Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza, cui è abbinato il Ceppo Ragazzi e una mostra di libri a scaffale aperto alla San Giorgio, “DA RODARI ALLA DE MARI, DALLA GRAMMATICA AL DECALOGO”; SIMONE LENZI, VALERIA PARRELLA, FRANCESCO RECAMI che hanno incontrato i ragazzi delle scuole di Pistoia (Ceppo Giovani) e hanno presentato i loro libri in anteprima alla Libreria Spazio dei Via dell’Ospizio; il nuovo Premio Ceppo Internazionale Straordinario a JAVIER CERCAS per la Narrativa non fiction, uno dei maggiori scrittori di lingua spagnola, presentato anche alla Biblioteca San Giorgio.

Ma il Premio Ceppo è ormai indissolubilmente legato anche al PREMIO LABORATORIO CEPPO RAGAZZI e al PREMIO LABORATORIO CEPPO GIOVANI, e anche quest’anno c’è stata l’attiva partecipazione delle scuole e secondarie di primo e di secondo grado di Pistoia e Firenze, con oltre 700 ragazzi, 20 scuole, 26 insegnanti fra Pistoia e Firenze e centinaia di recensioni scritte e animate. Numerosi anche gli incontri tra gli autori invitati e i giovani lettori che hanno potuto instaurare un vero e proprio dialogo, a volte sconfinando in lezioni di vita e in una sorta di seminario di scrittura creativa.

Seguimi sui social networks:

info@paolofabrizioiacuzzi.it

*/ ?>

© 2021 Paolo Fabrizio Iacuzzi - Accademia Internazionale del Ceppo - Tutti i diritti riservati. Privacy Policy