Premio Letterario
Internazionale Ceppo Pistoia

30 gennaio 2015

Sessant’anni di primati nell’ambito della cultura e dell’educazione in Italia e nel mondo.

Arrivato al 2016, il Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia festeggia 60 anni di primati culturali e educativi. Sono infatti oltre 5000 i libri di poesie e di racconti che, ad anni alterni, sono stati esaminati dai giurati. Sono stati oltre 150 i vincitori, votati oltre che dalla Giuria Letteraria anche dalla Giuria dei Giovani lettori dai 16 ai 35 anni, in rappresentanza delle categorie socio-economiche e culturali della Provincia di Pistoia, che negli anni ha assunto sempre più un ruolo di primo piano: in tutto si sono avvicendati oltre 700 giurati. Vedi anche la voce di Wikipedia.


 

Il passato

E’ stato istituito nel 1955 dall’Accademia Pistoiese del Ceppo, grazie al determinante contributo del critico letterario Leone Piccioni che formò la prima Giuria del Premio. Dalla 1 alla 50 edizione nella Giuria si sono avvicendati poeti, narratori e critici tra i più importanti del Novecento italiano: Carlo Betocchi, Nicola Lisi, Mario Luzi, Piero Bigongiari, Leone Piccioni; negli anni aggiunsero, fra gli altri, Carlo Bo, Geno Pampaloni, Luigi Baldacci, Margherita Guidacci, Giulio Cattaneo, Adelia Noferi.

Nato per promuovere il racconto, nel 1967 è divenuto ad anni alterni dedicato alla poesia e al racconto. Ponendo al centro il racconto e la poesia, vuole promuovere due generi letterari a torto considerati minori rispetto al romanzo e al saggio, e tuttavia di antica tradizione, legati alla fondazione della nostra lingua italiana, tornati perciò in auge nell’epoca della brevità propagandata dai social network.

Sono molteplici gli scrittori e i poeti che, dagli anni del boom economico ai nostri giorni, il Ceppo ha contribuito a scoprire: basti pensare agli allora giovani poeti come Zanzotto, Ramat, Mussapi, Carifi, Ceni, Trinci; o a giovani scrittori come Van Straten, Doninelli, Grossi, Muratori, Lilin.

Ma il Premio è stato anche l’occasione per la ribalta di grandi scrittori e poeti tra i maggiori del Novecento: da Alberto Bevilacqua a Domenico Rea, da Anna Banti ad Anna Maria Ortese, da Pietro Chiara a Goffredo Parise, da Giorgio Caproni a Attilio Bertolucci, da Giovanni Giudici a Milo De Angelis, da Maria Luisa Spaziani a Vivian Lamarque.

Ha premiato anche gli astri nascenti della letteratura prima attraverso il Premio Ceppo Proposte, come Maura del Serra e Fausta Garavini.

Consulta l’Albo d’oro del Premio. Per una storia del Premio fino alla quarantesima edizione si può leggere il libro a cura di Paolo Fabrizio Iacuzzi, Il Tempo del Ceppo. Il dialogo fra racconto, poesia e critica (Giunti Editore, 1997).

Tre ricordi. La voce roca e solenne di Giuseppe Ungaretti che, invitato al Ceppo poco prima della sua scomparsa, legge una delle ultime poesie dal Taccuino del Vecchio; la tenera commozione di Gianna Manzini, anche lei invitata, nel rievocare gli anni della giovinezza a Pistoia, quando abitava nell’allora Via del Vento; l’emozione di Mario Vargas Llosa, primo Premio Ceppo Internazionale, che di lì a poco avrebbe vinto il Premio Nobel per la letteratura, confessare il suo sviscerato amore per Pinocchio.


 

Il presente

Il Premio è diretto dalla 51 edizione da Paolo Fabrizio Iacuzzi, poeta e critico, presidente della Giuria Letteraria, che è composta attualmente da: Giuliano Livi, Milo De Angelis, Alberto Bertoni, Benedetta Centovalli, Martha Canfield, Ilaria Tagliaferri, Fulvio Paloscia, Francesco Dreoni (Segretario).

Nel 2006 è avvenuta la svolta, perché è diventato un “laboratorio” che dura ogni anno ben oltre le cerimonie di premiazione, che si svolgono nella settimana intorno al 21 marzo, equinozio di primavera, con la manifestazione educativa e culturale chiamata Il Tempo del Ceppo.

Sono stati istituiti nuovi premi.

Il Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza ha visto premiati scrittori del calibro di Ennio Cavalli, Donatella Ziliotto, Roberto Denti, Pietro Formentini, Lucia Tumiati, Donatella Ziliotto, Guido Sgardoli, Roberto Mussapi, Helga Schneider, Silvana De Mari.

A questo Premio è collegato anche il Premio Laboratorio Ceppo Ragazzi, in collaborazione con la rivista «Liber», la maggior rivista di letteratura per ragazzi in Italia. Coinvolge ogni anno più di 500 ragazzi delle scuole secondarie di primo e di secondo grado: consiste nel preparare recensioni scritte o multimediali dei libri degli scrittori vincitori o dei classici da loro consigliati. E gli studenti vincono buoni libro.

Ai vincitori di questa sezione del premio sono collegate anche le “Ceppo Ragazzi Lectures”.

Il Premio Ceppo Internazionale Piero Bigongiari, che ha portato in Italia importanti poeti di fama mondiale, in collaborazione con la rivista di poesia comparata “Semicerchio”: dallo spagnolo Carvajal, marocchino Bennis all’angolana Tavares, dalla cinese Yongming all’americana Graham, dallo spagnolo Carvahal all’indiana Subramaniam, al russo Zav’jalov.

Negli anni sono stati indetti anche dei Premi Speciali. Fra tutti il Premio Ceppo Natura, che ha premiato scrittori del calibro di Francesco Guccini, Fernando Bandini, Gianni Celati, Pia Pera, Tiziano Fratus, Marco Martella. E il Premio Ceppo Under 35 Luca Giachi, che ha premiato Franca Mancinelli.


 

Il futuro

Un premio dunque tra i più importanti e longevi nel panorama italiano, che ha saputo sempre rinnovarsi nel solco di una gloriosa tradizione, recependo le più importanti novità culturali ed educative per restare al passo con i tempi, ma senza tradire quei valori etici e civili che stanno alla base del motto dell’Accademia: “ex unitate florescit”.

ll Premio Ceppo è ormai una realtà culturale ed educativa consolidata sul territorio, non solo a Pistoia ma anche nell’area metropolitana fino a Firenze, e oltre: i poeti stranieri tengono infatti, presso la sede del Consiglio Regionale della Toscana, le “Piero Bigongiari Lectures” per promuovere la poesia presso i giovani lettori.

Ogni anno, grazie alla collaborazione con la Galleria d’arte Vannucci, il manifesto è illustrato da un grande artista di fama internazionale, mentre i vincitori ricevono in omaggio un cofanetto di libretti delle prestigiose Edizioni Via del Vento.