“Consegnati al silenzio” di PFI

Consegnati_al_silenzio

Autore: Paolo Fabrizio Iacuzzi

Titolo: Consegnati al silenzio – Ballata del bizzarro unico male

Editore: Bompiani, Milano 2020

Citazioni dal libro: 

“Le luci che si accorciano. Inesorabile potenza dell’istante.

Qui riuniti babbo nonno figlio nipote. Mozzi nomi

d’organi virus e batteri. Tutti consegnati al silenzio.”


“Ormai non c’è più niente che possiamo fingere.

Consegnati al silenzio e indifferenti al mondo

amiamo i nostri simili come li amate voi. Siamo

dentro al buio per aspettar la luce. Entrare

in fondo piano tra spifferi dei muri. Ci illumini

la lingua ci stani tutti i virus. Negli organi

annidati per zecche a cani sciolti. Nascosti

nei reami di ghiandole e di organi. In santuari

esistono e dormono in silenzio. Tutti i nostri

virus per farci stare in bilico. Sull’orlo della vita

quando è sera pensaci. Da soli noi restiamo

preda al desiderio. Dicendo ancora sì e non più.”


Quarta di copertina:

Un poeta di oggi, “consegnato al silenzio”nella babele assordante del mondo, riporta in vita voci e storie: dal ceppo degli archibugieri del ’600 fino al nonno e al padre, Paolo Fabrizio Iacuzzi gioca con la storia personale e collettiva come un apprendista stregone, nuovo Prometeo armato solo di parole, tra la malinconia e il riso, il male e il bene riporta in vita i morti mettendoli in relazione con i vivi, per sottrarli al silenzio senza tuttavia violarne il mistero.

Comica e tragica al tempo stesso, la lingua si piega a rappresentare il male, “soprattutto quello più bizzarro, perché si nasconde negli organi vitali del corpo e non dà segni evidenti di vita ma è diventato un virale doppio d’amore”; entra dentro ogni corpo, in una ricerca continua dell’origine della malattia e della sua possibile guarigione.

Uno dopo l’altro, i versi compongono una sorta di autobiopsia personale e collettiva nel tentativo di consegnare all’eternità se stessi e gli altri.


La scheda del libro

Scheda_consegnatialsilenzio


 Acquista il libro su Giunti al punto 


 Le presentazioni: news.