Premio Letterario
Internazionale Ceppo Pistoia

1 dicembre 2018

CEPPO_63_locandinaweb

Forest e Zannoner vincono per l’impegno nel nome dei bambini e dei ragazzi.
Festa per gli 80 anni di Claudio Magris, nuovo premio Piccioni per la saggistica.
Ceppo Biennale Poesia: omaggi a Bigongiari, Jamie, Del Serra e Guccini.
Una nuova comunità educativa con grandi iniziative.


 

LE CINQUE NOVITÀ 

“PRIMA NOVITÀ E QUELLA PIÙ IMPORTANTE – La prima opera di misericordia, “Dare da mangiare agli affamati (rappresentata nel fregio dell’antico Spedale del Ceppo, DNA del Premio), viene proposta come riflessione a tutti (scrittori premiati in relazione alla propria opera; insegnanti, studenti e cittadini tutti in relazione alla propria vita).

Questo è il perno su cui girerà il 63° Premio Letterario Internazionale Ceppo: imparare a leggere la realtà del dolore, della perdita e che ci circonda tra fiction e non fiction come educazione all’accoglienza di tutte le persone.

Per meglio ottemperare a questo fine, nasce il C.E.P.P.O., la nuova Comunità Educativa per la Poesia e la Prosa Oggi con la adesione di oltre 50 insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado tra Pistoia, Firenze e Prato, e il consolidato progetto educativo Lettori Uniti del Ceppo, con la massiccia adesione delle scuole Anna Franck e Marconi-Roncalli.

Il progetto sarà dedicato anche all’arte e alla natura che cura, e sarà rivolto in particolare alle giovani generazioni anche attraverso il consolidato rapporto di alternanza scuola lavoro con i Licei D’Aosta, Pacini, Mantellate, Lorenzini e Petrocchi, rapporto che quest’anno vedono coinvolti oltre 150 ragazzi.

Salgono a 1000 le presenze alle manifestazioni del Ceppo che si terranno fra Pistoia e Firenze da novembre 2018 all’aprile 2019 (e oltre), con studenti che assisteranno a presentazioni di libri e scriveranno recensioni ai libri e commenti alle poesie.

Anche attraverso le lezioni magistrali appositamente scritte per il Premio, l’educazione alla lettura sarà sempre di più un laboratorio diffuso di educazione alla cittadinanza attiva”.

E’ quanto dichiara il poeta e educatore Paolo Fabrizio Iacuzzi, presidente del Premio Ceppo e dell’Accademia del Ceppo Onlus. Il 63° Premio Ceppo si avvale della compartecipazione del Comune di Pistoia e del Consiglio Regionale della Toscana, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia per tutti i premi, e il contributo di Chianti Banca (Premio Ceppo Ragazzi), Giorgio Tesi Group e Fondazione Giorgio Tesi Onlus (Premio Ceppo Giovani).

LA SECONDA NOVITA’ – Con la presentazione del manifesto della 63° Ceppo, è stato reso noto l’ampio programma di incontri della XIV EDIZIONE TEMPO DEL CEPPO, che comincia il 5 dicembre 2018 al Consiglio Regionale della Toscana e approderà il 5 aprile 2019 (ma con anche altre iniziative a maggio) nella Biblioteca San Giorgio, sempre più al centro dell’azione culturale-educativa del Premio Ceppo grazie alla direttrice Maria Stella Rasetti.

Numerosi sono anche gli incontri dedicati ai ragazzi delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, alcuni dei quali si svolgono nell’aula magna del Liceo Scientifico Amedeo di Savoia Duca D’Aosta grazie alla collaborazione col dirigente Paolo Biagioli.

La terza NOVITA’ – Grazie alla nuova partnership con “Succedeoggi”, la rivista culturale online a grande diffusione nazionale, e soprattutto con il sostegno della nuova associazione “Amici di Leone Piccioni” (guidata da Gloria e Giovanni Piccioni) si rende possibile l’istituzione di una nuova sezione del Ceppo, il PREMIO CEPPO PER LA SAGGISTICA LETTERARIA LEONE PICCIONI, intitolata al grande critico di adozione pistoiese (scomparso a maggio), fondatore del Premio Ceppo, che verrà assegnato a Claudio Magris.

Grazie a questa associazione, il Premio Ceppo varcherà anche le frontiere di Pistoia, con una serie di iniziative culturali volte non solo alla promozione in Italia di questa figura di grande intellettuale del Novecento ma anche dei generi letterari del racconto e della poesia.

La quarta NOVITA’ – Sono in corso di definizione delle sinergie con altre istituzioni culturali che operano a Pistoia a livello internazionale e con altre manifestazioni culturali della provincia di Pistoia, che verranno rese note nel corso dei primi mesi del 2018, all’interno della nuova iniziativa CEPPO BIENNALE POESIA, che grazie a Comune di Pistoia e alla Biblioteca San Giorgio intende valorizzare e rafforzare la vocazione del Premio (ad anni alterni dedicato alla poesia e al racconto) attraverso la celebrazione nell’intera domenica 24 marzo della Giornata Mondiale della Poesia, con la votazione in diretta della Giuria dei Giovani Lettori e la premiazione dei vincitori del Ceppo Poesia.

La quinta NOVITA’ – Il 30 novembre comincia il Premio in occasione della Festa della Toscana 2018. Alla Libreria Lo Spazio di Via dell’Ospizio (ore 17.30) OMAGGIO A PIERO BIGONGIARI con la presentazione del libro-opera dell’artista Andrea Dami, con alcune digigrafie e poesie inedite di Piero Bigongiari, Preludio senza fuga (Settegiorni editore), edizione di lusso e limitata a 50 esemplari. Il libro curato da Paolo Fabrizio Iacuzzi, contiene anche quattro poesie tradotte da André Ughetto, vincitore della passata edizione del Premio Ceppo Internazionale Poesia.

Durante la serata viene lanciato il nuovo progetto di coordinamento Ceppo Pistoia Poesia che comprende anche un laboratorio rivolto ai ragazzi delle scuole, in omaggio all’azione educativa di Giancarlo Innocenti e del libro “I ragazzi, i poeti, la poesia” (1984, Edizioni Comune di Pistoia), i cui incontri e interviste con i poeti verranno riproposti dopo 35 anni. Preludio senza fuga è dedicata “Ai bambini pistoiesi” e fu pubblicata per la prima volta da Innocenti in quel libro.


I PREMI SPECIALI DI QUESTA EDIZIONE

PHILIPPE FOREST, vincitore del Premio Ceppo Internazionale Fiction Non Fiction 2019, una delle voci più importanti della letteratura francese contemporanea, terrà una lezione magistrale appositamente scritta per la serie delle “Regione Toscana Lectures” e dialogherà con Gabriella Bosco, sua traduttrice per le edizioni Fandango, Benedetta Centovalli e Fulvio Paloscia, giurati del premio.

Considerato uno dei principali rappresentanti e teorici dell’autofiction, farà chiarezza nella lezione magistrale appositamente scritta per il Premio su cosa significhi muoversi tra finzione e autonarrazione, e lo farà compiendo un viaggio dal doloroso ingranaggio di “Tutti i bambini tranne uno” (pubblicato per la prima volta con grande successo in Francia nel 1997 e riproposto da Fandango), attraverso il filo conduttore del dolore della perdita sino al romanzo “Piena” (del 2016, appena edito da Fandango), che sarà presentato in anteprima al Ceppo in occasione del Premio giovedì 6 dicembre, alle ore 16:30 alla Libreria Lo Spazio di Via dell’Ospizio.

PAOLA ZANNONER, vincitrice del Premio Ceppo Letteratura per l’Infanzia e l’Adolescenza 2019, terrà la lectio “La grande architettura che è lo scrivere”, in cui attraverso cinque parole chiave svela i segreti che si celano dietro le sue storie. Zannoner, autrice di numerosi bestseller, vincitrice di prestigiosi premi, tra cui nel 2018, con “L’ultimo  faro”  (Dea  Planeta,  2017) il Premio Strega Ragazzi, presenterà il suo nuovo libro edito da Librì, “C’è qualcuno nel buio”, una storia dedicata ai ragazzi sui terremoti.

Le opere di Zannoner sono state distribuite il 17 novembre alla Biblioteca San Giorgio agli insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado per essere recensite per il Premio Ceppo Ragazzi. Le adesioni sono molto numerose, tanto che Zannoner farà a Pistoia dall’8 al 12 febbraio ben quattro incontri. Riceverà il Premio venerdì 8 febbraio alle ore 09:30 all’Auditorium Terzani della Biblioteca San Giorgio.

CLAUDIO MAGRIS è il vincitore del  Premio  Leone  Piccioni  2019  per  la  Saggistica  Letteraria. Ci sarà una grande festa in occasione dei suoi 80 anni. Il premio intitolato a Piccioni, fondatore del Premio Ceppo, è assegnato per la prima volta e a Magris per il rapporto che legava i due uomini. Magris ha dichiarato il suo debito nei confronti di Piccioni in una sua lettera (in un libro pubblicato in occasione dei 90 anni di Piccioni) in cui parla di aver assistito a una sua lezione che “è stata molto importante per i miei studi, le mie ricerche, il mio sguardo sulla letteratura”.

Grazie soprattutto all’associazione “Amici di Leone Piccioni”, il Ceppo si pregerà della presenza del principale scrittore-saggista-critico italiano, più volte candidato al Nobel, che sarà premiato e incontrerà il pubblico venerdì  5  aprile 2019,  alle ore  16:30 all’Auditorium Terzani della Biblioteca San Giorgio.


ALCUNI EVENTI DEL CEPPO BIENNALE POESIA

Nell’ambito del 63° Premio Ceppo sarà reso omaggio a tre poeti di fama internazionale.

Alla pistoiese MAURA DEL SERRA che ha compiuto 70 anni e sarà al centro di un dialogo tra poeti e critici nella Sala Sinodale dell’Antico Palazzo dei Vescovi dove ci sarà anche la mostra antologica dei suoi libri, sabato 19 gennaio pomeriggio.

E alla poetessa scozzese KATHLEEN JAMIE, di cui verrà presentato il 24 marzo pomeriggio alla San Giorgio la sua raccolta “Falco e ombra”, realizzata e pubblicata per il Ceppo da Interno Poesia e dalla sua traduttrice Giorgia Sensi.

Sempre il 24 marzo pomeriggio alla San Giorgio c’è il ritorno del pavanese FRANCESCO GUCCINI, già Premio Ceppo Cultura del Verde 2008, con la presentazione dell’ultimo libro “Canzoni” (Bompiani, 2018), indagine filologica e appassionata che, affondando in più di 50 anni di lavoro del cantautore, ne trae una lezione sul poetare.

Il 12 gennaio alla Biblioteca San Giorgio verrà comunicata la rosa di 12 libri di poesia finalisti al Premi Selezione Ceppo Poesia 2019, scelti dalla Giuria Letteraria.

Il 1° marzo verranno resi noti tutti i poeti vincitori del Ceppo Biennale Poesia e saranno distribuiti i libri alla Giuria dei 23 Giovani Lettori, che voteranno per la prima volta di DOMENICA, il 24 marzo mattina alla Biblioteca San Giorgio.