Sabato 4 novembre 2017, presso l’Auditorium Terzani della Biblioteca San Giorgio, si è tenuto l’incontro del XIV Forum del Libro Passaparola con Giuseppe Montesano che per l’occasione ha presentato il suo ultimo libro, Come diventare vivi, edito di Bompiani.

Ad aprire l’incontro un interessante filmato sul grande maestro della televisione, Alberto Manzi, cui è seguito un intervento della figlia Giulia che ha ribadito il ruolo di pubblico educatore del padre. Successivamente è stata la volta di Giuseppe Montesano, introdotto da Goffredo Fofi, con cui abbiamo parlato di libri, ma soprattutto di vita.

Sì, proprio di vita, perché per dirla con le parole stesse di Montesano, i lettori selvaggi leggono per vivere, leggono se stessi nel mondo, pensano molte realtà diverse, non temono di smarrirsi nelle molte vite in cui trovano infinitamente più che se stessi. I lettori selvaggi sanno che leggere è anche imparare ad amare. Nessuno meglio di Giuseppe Montesano in Come diventare vivi ha saputo interpretare lo scopo per cui l’Accademia del Ceppo di Pistoia è nata.

Paolo Fabrizio Iacuzzi, Presidente dell’Accademia del Ceppo, ha ribadito durante l’incontro l’impegno a diffondere tra i ragazzi il piacere della lettura, come atto di amore verso se stessi e verso gli altri.

Come diventare vivi è, infatti, un inno alla lettura, che appare come l’occasione, forse l’unica, che l’uomo ha di riappropriarsi di se stesso ed uscire cosi da quell’analfabetismo funzionale che, secondo l’autore, dilaga tra gli uomini di oggi.

Egli, infatti, afferma che stiamo sempre più diventando analfabeti emotivi e mentali, alienati da un uso massiccio di smartphone, tablet e social. Si legge sempre più sugli schermi, ma in maniera cursoria, rapida e superficiale, mentre il vero lettore è colui che selvaggiamente respira vita da ciò che legge.

Nel decalogo del Lettore Selvaggio, premesso al libro, Montesano afferma che per scoprire chi sei, devi smarrirtismarrirti tra le pagine non di un solo libro, ma di molti libri che ti permettono di conoscere a fondo te stesso. Ma lo smarrimento spesso fa paura, perché destabilizza. Ed è questa paura a frenare, secondo l’autore, la lettura.

Con il suo libro Montesano lancia, dunque, un appello, che noi raccogliamo, ai potenziali lettori perché prendano in mano la loro vita a partire proprio dai libri.

Jasmina Balli, Guendalina Dei, Alessia Piastrelli