Premio Letterario
Internazionale Ceppo Pistoia

4 gennaio 2017

61Ceppo_Volterra_studenti

La grande letteratura del Premio Internazionale Ceppo a Volterra con IIS G. Carducci. Con il sostegno di Comune di Volterra – Accademia dei Riuniti – Bibliolandia, Rete documentaria della Provincia di Pisa. L’evento è già stato illustrato agli insegnanti il 29 ottobre, in occasione della presentazione a Volterra del libro “Pietra della Pazzia” di Paolo Fabrizio Iacuzzi.

Il Progetto Educativo Lettori Uniti del Ceppo, organizzato dal 61° Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia, torna a Volterra per il secondo anno consecutivo, questa volta con tre grandi autori di livello internazionale, grazie all’importante accordo stretto tra il Premio Internazionale Ceppo e l’Istituto di Istruzione Secondaria G. Carducci di Volterra, con l’obiettivo di promuovere la lettura tra i giovani e nelle scuole della città.

Il programma di Volterra si aprirà a fine febbraio con due incontri organizzati in collaborazione con il Consiglio Regionale della Toscana, in occasione della conclusione della Festa della Toscana, e si chiuderà a metà marzo con un evento che ha il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia per Pistoia Toscana Capitale Italiana della Cultura.

Dichiarazione di Paolo Fabrizio Iacuzzi, presidente del Premio: «È per il Premio grande motivo di soddisfazione costruire con l’IIS Carducci di Volterra uno stretto patto di collaborazione all’interno del Progetto Educativo Lettori Uniti del Ceppo, che idealmente vorrebbe unire tra loro i lettori di tutta la Toscana, con una promozione della lettura e dei valori di una cittadinanza responsabile rivolta alle giovani generazioni. Dopo l’esperimento dello scorso anno, con la presenza a Volterra della scrittrice Silvana De Mari, quest’anno lo sforzo è triplice. In questo modo si realizza il primo gemellaggio educativo-culturale tra Pistoia e Volterra, che speriamo negli anni possa consolidarsi in questa città e nell’intera Regione Toscana».

Dichiarazione di Gabriele Marini, dirigente scolastico: “La collaborazione tra l’IIS “G. Carducci” di Volterra e il Premio Internazionale Ceppo Pistoia nel presente anno scolastico 2016-17 si sostanzia e prende forma rispetto alla collaborazione dello scorso anno 2015-16, concentrandosi sulla promozione della lettura grazie agli incontri programmati che rispondono ai bisogni formativi delle studentesse e degli studenti frequentanti tutte le classi e tutti e quattro gli indirizzi liceali (artistico, classico, scienze umane e scientifico) dell’istituzione scolastica. Poter contare su momenti di confronto, analisi e discussione con scrittori di grande calibro internazionale e di indubbio valore artistico e letterario è una grande opportunità perché carica di senso la lettura incardinandola in una dimensione di forte valenza educativa e formativa”.

Il sodalizio con la città di Volterra è il riflesso dello spirito con cui si è rinnovato il Premio Letterario Internazionale Ceppo di Pistoia negli ultimi dieci anni. Infatti dieci è il numero all’insegna del quale si svolge la 61esima edizione e nel 2017 si celebreranno i dieci anni dalla svolta toscana e internazionale del premio che nel 2007, superato il mezzo secolo di vita e consolidatosi come uno degli appuntamenti culturali più longevi d’Italia, si apriva a nuove esperienze, si allargava a nuovi ambiti con l’istituzione dei premi speciali, da quello per la letteratura per l’infanzia e l’adolescenza al premio destinato a un poeta straniero, dall’incursione nella letteratura dedicata alla natura alla premiazione di testi nonfiction, e con esso la città di Pistoia, con la sua tradizione e la sua cultura, è stata portata prima in altre città toscane, poi all’interno di manifestazioni culturali italiane come la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna e all’estero con gli ospiti internazionali che sono diventati veri e propri ambasciatori del Ceppo nel mondo (si veda il sito www.iltempodelceppo.it).

I dieci anni del premio rinnovato e aperto trovano corrispondenza nel decimo anniversario di un momento significativo nella biografia dei tre autori che sono stati indicati dalla Giuria Letteraria come vincitori dei premi speciali della 61esima edizione: Marina Nemat, Jesper Svenbro, Fabio Geda. Ecco quindi tre degli appuntamenti da non perdere, che saranno presentati da Paolo Fabrizio Iacuzzi educatore e poeta tra i maggiori del panorama della letteratura italiana.

MARINA NEMAT – Si comincia con il 25 febbraio alle 10:30-13:00 al Teatro Persio Flacco, quando gli studenti delle classi III, IV e V dell’intero IIS Carducci incontreranno Marina Nemat (1965, Teheran, Iran) che, a 10 anni di distanza dall’esordio narrativo, vince il Premio Ceppo Internazionale Nonfiction. L’autrice del romanzo autobiografico, best seller, Prigioniera di Teheran (Cairo editore), in cui racconta la sua esperienza nella prigione di Evin, parlerà anche, nella lectio magistralis che inaugura quest’anno la nuova serie delle Ceppo Toscana Lectures, dello stato attuale dei diritti umani in Iran, del suo impegno come vincitrice del Premio Human Dignity assegnatole dal Parlamento Europeo e, in quanto cittadina canadese, delle politiche di accoglienza nella sua nuova patria. La lectio si terrà anche a Pistoia e a Firenze e sarà pubblicata da un editore italiano. L’autrice sarà presentata da Benedetta Centovalli, giurata del Premio, editor e critico letterario che per prima l’ha fatta conoscere e pubblicare in Italia.

JESPER SVEMBRO – Il secondo appuntamento è per il giorno 1° marzo alle 10:30-13:00 nella Sala del Consiglio Comunale, con gli studenti delle classi I-II-III-IV-V del liceo classico che, in occasione degli 80 anni del loro liceo, incontreranno Jesper Svenbro (1944, Landskrona, Svezia), massimo poeta vivente scandinavo e grecista di fama mondiale. A 10 anni dalla nomina a accademico di Svezia, vince il Premio Ceppo Internazionale Piero Bigongiari. Partendo da un dialogo sulla sua produzione poetica che indaga la contemporaneità con i toni della lirica epica, sarà l’occasione per discutere dell’attualità, di Europa e per entrare, attraverso il suo ruolo di accademico di Svezia, all’interno dei meccanismi che conducono alle scelte dell’assegnazione dei premi Nobel. Viene premiato anche per la sua poesia civile, rappresentata dal suo ultimo libro in versi, epico, Romanzo di guerra (2013). Svenbro terrà la lectio magistralis nella serie delle Piero Bigongiari lectures che sarà pubblicata insieme a una silloge di poesie inedite.

FABIO GEDA – Terzo e ultimo appuntamento il 13 marzo alle 15:30-18:30 nella Sala del Consiglio Comunale con tutte le classi I e II dell’IIS Carducci che potranno ascoltare la lettura della quinta Ceppo Ragazzi Lecture direttamente dalla voce dello scrittore best seller Fabio Geda (1972, Torino) che, a 10 anni dall’esordio narrativo, vince il Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza 2017. Lo scrittore di narrativa per ragazzi, il cui successo si è consolidato col romanzo Nel mare ci sono i coccodrilli e poi con L’estate alla fine del secolo, sarà al centro di un dialogo sulla tematica dell’infanzia difficile e sulla sua nuova saga di successo intitolata Berlin (Mondadori). La Lecture sarà pubblicata da LiBeR, la maggiore rivista di letteratura per ragazzi in Italia, ad aprile in occasione della Fiera del Libro di Bologna e tornerà a maggio nell’ambito del Salone del Libro di Torino. Lo scrittore sarà presentato ai ragazzi di Volterra da Ilaria Tagliaferri giurata del Premio e esperta di letteratura per ragazzi.

Il Premio Internazionale Ceppo si avvale, per gli eventi realizzati a Volterra dal Premio Ceppo e dall’Istituto di Istruzione Secondaria G. Carducci, della collaborazione del Comune di Volterra e del Consiglio regionale della Toscana, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e Banca del Chianti, tradizionali sponsor del Premio, e dell’Accademia dei Riuniti e Bibliolandia (Rete documentaria della Provincia di Pisa) grazie ai quali il Progetto a Volterra è reso possibile.